top of page
  • Immagine del redattoreSilvio Mancinelli

La Banca deve cambiare

Q

uale sarà il futuro delle banche? Tra unificazioni e incorporazioni, il mondo bancario pare sia abbastanza vivace. Quello che mi chiedo è se qualcuno sta pensando alla banca, e alla sua forma, non tra un anno tra 10 o 20 anni. Gli strumenti di oggi saranno adeguati ai clienti di domani? Proviamo ad immaginarlo. Se la moneta sarà sempre di più #virtuale probabilmente uno strumento per pagare sarà sempre di più necessario. Già adesso si paga con lo #smartphone . Elimineremo bancomat e carte varie ( scelta ecologica importante perchè si eliminerebbe la plastica).

I #mutui si faranno? Il requisito fondamentale ovvero una busta paga e un contratto a tempo indeterminato, saranno sempre più rari considerando anche la #precarietà del lavoro. Si può pensare a un #noleggio a lungo termine che non guardi queste cose.

La #consulenza ? Sarà concentrata nelle grandi città. I figli di chi vive in una città come la mia , lavorano fuori e questo comporterà la dispersione e non conservazione dei capitali della agenzia del de cuius.

Poi c'è lo #smartworking che per la #banca è arma a doppio taglio. Da una parte sembra che questo sistemi aumenti la produttività, ma la banca è fatta di contatti con il cliente, se vogliamo di "chiacchiere" e lì che, per il bancario, si hanno le migliori opportunità.

Mettiamoci anche la futura concorrenza di colossi come #amazon #google che sono alla portata di tutti, senza problemi di liquidità, usati e conosciuti da tutti, senza distinzione di età.

Le banche, ora come ora guardano ad aggregarsi ma non basta se vediamo come sta cambiando la società, la banca deve cambiare e lo deve fare ora.

11 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page