top of page
  • Immagine del redattoreSilvio Mancinelli

Haaland al City, w il calcio proletario


Trovo Haaland un giocatore fortissimo. Si parlava di un interessamento della Juventus e credo che sarebbe stato meglio che avere Ronaldo. Facciamo però un passo indietro. Il City, insieme ad altre squadre, voleva organizzare la Superlega, un torneo nel quale avrebbero giocato le squadre più forti e di grande tradizione. La Uefa si è sempre opposta con Alessandro Ceferin il quale dichiarava che "il calcio è del popolo non di pochi ricchi". La fronda dei ribelli si spacca e il City è d'accordo con il capo della UEFA. Peccato che la proprietà di quella squadra non è in possesso di un imprenditore alla Berlusconi o alla Agnelli, ma di uno sceicco arabo che in questi anni ha speso "un fottìo" di soldi arrivando solo una volta in finale di Champions. Ora ha comprato questo giocatore per una cifra che poi non è tanto alta, considerando il prezzo per Mbappè (solo 75 min) ma uno stipendio da 30 min l'anno. Ci campava tutta la Serie A. W il calcio proletario. Solo un pò di gol.



8 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page