top of page
  • Immagine del redattoreSilvio Mancinelli

Elly Schlein


Più che la candidatura della Schlein, direi più che scontata, mi sorprendono le critiche verso questa donna. Sono critiche che non si rivolgono alle sue scelte politiche anche perchè, per adesso, ha solo fatto dichiarazioni di principio e non ha dato una via politica al Pd. Non si sa che alleanze propone di fare, alleanze che sono obbligatorie, non ha detto se le armi all' Ucraina vanno date, è contraria al Job Act ma non ha detto come vuole combattere la precarietà. Le critiche si rivolgono alla sua estrazione sociale. Di alto rango direi. Quelli che però la difendono sono i primi a criticare Calenda che non può essere di sinistra perchè è dell'alta borghesia. Mi sorprende anche il fatto che si parla sempre di lei e non degli altri aspiranti segretari. Forse perchè è una tipa scomoda che comunque, a livello elettorale, per adesso, non ha sbagliato molto. E il Pd deve tornare a vincere che è la prima cosa da fare per poi puntare a migliorare i diritti delle persone. Per alcuni non è di sinistra, per altri è troppo oltranzista. Vedremo che succede nei prossimi mesi, anche se ogni mese che passa la Meloni guadagna sempre più punti, nonostante i tanti sbagli fatti. Mi indifferente che vincerà ma comunque il nuovo segretario dovrà fare in modo di riunire i 5S (purtroppo) è il Terzo Polo. Solo così si hanno i numeri per battere la destra.



7 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

コメント


bottom of page