top of page
  • Immagine del redattoreSilvio Mancinelli

Aboliamo i gruppi Whatsapp


Il telefono è diventato un oggetto che simboleggia la schiavitù di questo secolo. È la manetta tecnologica che non stringe i polsi ma stringe la mente e ti sottopone a stress. Per molti anni ho avuto la mail di lavoro sul telefono perchè volevo essere sempre aggiornato su cosa succedeva in banca. Sia sul lato azienda, sia sul lato clienti. Mi piaceva tornare in filiale dopo le vacanze ed essere consapevole di quello che era successo in quella settimana di mia assenza. Mi sono accorto di aver fatto una fesseria. Prima di tutto si parte dal presupposto che si è indispensabili probabilmente. È una idea sbagliatissima. Girando varie filiali, queste ultime hanno continuato a camminare nonostante la mia assenza. Certo, poi il lavoro qualitativamente può essere fatto in maniera peggiore o migliore, ma va sempre avanti. Ho deciso di eliminare le mail in questo periodo vacanziero e già mi sento più leggero. Anche perchè, diciamolo, non c'è scritto in nessun contratto, che ci sia un obbligo a ricevere mail aziendali fuori dal luogo di lavoro. Nonostante questa leggerezza, c'è invece un altro fardello che non si riesce ad eliminare totalmente. I gruppi whatsapp, puoi cancellarne quanti ne vuoi, ma poi esce fuori il gruppo per il compleanno di quello, il gruppo dei genitori dei figli all'asilo, il gruppo di lavoro ovviamente, il gruppo del condominio, il gruppo regali. Spesso e volentieri i partecipanti dei gruppi combaciano. Vi ricordate i primi forum di internet? Più o meno è così. Con la differenza è che prima dovevi accendere il pc, navigare, avevi una postazione fissa. Ora con la mobilità, ogni 3 secondi una notifica, ogni 3 secondi c'è la pubblicazione di un video sciocco, la foto della Vergine Maria (tanto cara a Salvini) di un post polemico o divertente di qualche utente Facebook, la registrazione audio carpita dal politico di turno. E quindi, automaticamente, si esce con lo smartphone in mano, sempre attendendo la prossima notifica, non rendendosi neanche conto di cosa succede intorno a se. È o non è una schiavitù? È o non è una dipendenza simile a quella della cocaina? Ho cercato di eliminare anche i gruppi whatsapp, ma poi qualcuno rimane sempre. Cercate di farne a meno. Si vive meglio.

11 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page