top of page
  • Immagine del redattoreSilvio Mancinelli

I Leghisti e la musica rock


Potevate mai immaginare nel 2018 una polemica tra i Pearl Jam e Rita Pavone? La polemica è sulla richiesta dei primi di aprire i porti a chi fugge da altri Paesi fatta durante il tour italiano. E la polemica riguardava non tanto il gesto in sé, quanto il fatto che molti elettori della Lega e nello stesso tempo fan del gruppo, non hanno contestato questo gesto, anzi lo hanno osannato. Vi dico la mia: a parte la proposta musicale, io al concertone del primo maggio, non sono mai andato, soprattutto perchè non mi va di ascoltare dei pipponi dal palco. I cantanti che si politicizzano, proprio non mi vanno a genio. Mi annoiai molto quando andai al concerto degli U2, sia perchè Bono e compagni non erano più la rock band degli inizi, ma una copia sbiadita, ma anche perchè lui cominciò a parlare della fame del mondo, con la sua aria da predicatore. Ora bisogna ragionare su una cosa: quando osanniamo una rock band, la osanniamo per le loro intuizioni musicali, anche perchè molti non capiscono neanche i testi, considerando che sono in inglese. I musicisti, possono essere esperti di musica, possono parlare in maniera magistrale di come hanno rivoluzionato la musica, ma non è detto che abbiano un pensiero, sul resto, migliore del mio, anzi magari hanno studiato dei fenomeni non come lo abbia fatto io. Magari sulla situazione sanitaria in Africa preferirei più un parere di Gino Strada. Questo non toglie che sul palco possano poi fare quello che vogliano, ma poi non mi deve piacere per forza, e soprattutto non devo per forza essere coerente con il loro pensiero. Qualche pensatore tra i musicisti c'è, ma i pensatori non prendono posizioni, ci raccontano e ci fanno la fotografia della realtà e questo deve farci riflettere, non ci portano ad una verità assoluta. Dylan e De Andrè ne sono l'esempio. Anzi il primo ai concerti per l'Africa c'è andato sempre un po' per forza. Quindi un leghista può essere benissimo fan dei Pearl Jam, ma questo non lo migliora. Perchè il rock è nato tra i negri, deportati in America, scippati anche dalla loro cultura. Il rock deriva dal blues, il blues è la musica nera per eccellenza, che canta la schiavitù e la loro condizione. Per cui certo, ci può essere un fan leghista, ma rimane stupido ed ignorante, perchè non conosce la storia. Se non fosse per i neri, non starebbe a Roma ad ascoltare Vedder. A tutti i fan del mondo direi solo di prendere un gruppo musicale per quello che è: una semplice rock band, senza pretese di sorta. Anche perchè la musica non funziona a livello sociale. La musica degli anni 60 in America non ha contribuito ad un decennio successivo senza guerre. I promotori del Cancella il Debito non hanno combinato nulla. Sulle manifestazioni di Geldof non si è mai capito i soldi dove andarono a finire. Tutta quella cultura contro Trump non è riuscita a far vincere la Clinton. Tutti quelli che si sono messi contro Berlusconi, dai cantanti agli attori, hanno contribuito a far rimanere il Cavaliere al comando per 20 anni. Insomma politica e musica non vanno proprio di pari passo.

1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page