top of page
  • Immagine del redattoreSilvio Mancinelli

La musica del dj e il mercato del lavoro


Qualche tempo fa ho sentito un mio amico che aveva portato il figlio ad una festa. Il ragazzo non si era divertito perchè, a detta sua , il dj aveva messo una musica da "vecchi". E ieri, giocando un pò a casa mia con un pò di mix, mi sono accorto di una cosa. Se fossi parte di una band, oppure fossi un cantante avrei un repertorio mio e dei fan che sentono la mia musica. Ora a parte gli artisti del calibro dei Rolling Stone o del Boss i quali fanno la stessa musica da sempre ma che sono ultragenerazionali e i loro live sono proprio un evento, il pubblico di molti artisti è sempre più vecchio. Ce lo vedete un diciottenne che va a vederti Stills o Young oppure i Pearl Jam? I giovani di oggi amano i singoli, la musica liquida e non danno tanta attenzione ad album completi. Infatti qualche band in alcuni casi ha optato per l'uscita di singoli sulle piattaforme, per poi vendere il disco. Anche le band se vogliono rimanere sulla cresta dell'onda devono cambiare qualcosa e non fare sempre lo stesso disco.

Per i dj è diverso. Tranne quelli che inventano qualcosa, tipo Guetta e simili, i dj devono far divertire la platea con il repertorio esistente. Ogni dj infatti ha un suo repertorio , dal rock, al latino americano, dalla trap alla musica "trash". Sono generi che spesso sono generazionali. A Sulmona all'inizio degli anni 2000 a molti piaceva il rock ed io ero molto integralista in questo senso. Nel corso del tempo ho ampliato la musica che ho ascoltato e se vedo ora quello che scelgo principalmente, il rock sta alla fine perchè ora metto il nuovo di Dj Mouse ma anche Madame. Marracash ma anche i Silk Sonic. E se si vogliono fare le feste dei 18enni (il dj non è solo una passione ma anche un lavoro) bisogna virare per Tananai , Ariete, Rkomi, Ultimo, Maneskin, Luchè , Irama e Ernia. Sono i primi che mi vengono in mente. Se non hai questa roba sei tagliato fuori dal mercato del lavoro delle feste con dj.

Di contro anche i locali, se vogliono i giovani devono adeguarsi e non organizzare quello che piace al proprietario . Il fallimento sarebbe dietro l'angolo.

14 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page