top of page
  • Immagine del redattoreSilvio Mancinelli

The Adam Project


Penso che Ryan Reynolds abbia progettato di fare tanti film in poco tempo per farsi una seconda parte della vita lontano dai fari pubblici e godersi il frutto del suo lavoro. Così forse si spiegano tutti questi film nuovi che escono con lui protagonista soprattutto sulle piattaforme digitali. In questo film ci sono anche volti conosciuti come Ruffalo, Zoe Saldana e Jennifer Gardner. "The Adam Project" è l'ennesimo film sui viaggi del tempo che parlano di futuri non splendidi nei quali si vuole tornare indietro per cambiare la linea temporale. Da "Terminator" a " The Avengers: Endgame" la solfa è sempre quella. Quello che c'è di più in questo è un filo di ironia che manca ad altri film simili. La trama quindi è questa: il protagonista torna indietro e ritrova se stesso bambino. La coppia cerca di non far attivare, tornando ulteriormente indietro nel tempo, la macchina del tempo inventata dal padre. Alla trama principale si accosta il rapporto del bambino con la madre e il rapporto d'amore tra il grande Adam e la sua moglie persa nei meandri dei viaggi del tempo. Film godibile ma dal finale fin troppo scontato.



2 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comentários


bottom of page