top of page
  • Immagine del redattoreSilvio Mancinelli

Se ci si candida non si va in vacanza


La giunta Casini mi ha dato comunque una soddisfazione: ora Federico la smetterà di dire che la sua giunta è stata l'unica a rimanere in azione per i cinque anni. La Casini ci lascia con l'affidamento dei lavori a via Turati. In questi cinque anni si è sbloccato il problema del Liceo Classico, della scuola elementare in via Mazzini, il cinema Pacifico. Alcune volte si è fatto lavorare ditte di fuori, altre volte quelle locali, perché i bandi seri funzionano così e la concorrenza crea qualità nel prodotto finale. Ora la palla spetta ai nuovi. Ma chi sono? In realtà per adesso di ufficiale ci sono solamente i messaggi che ci arrivano ( e non sono richiesti) da parte dei candidati consiglieri che chiedono il voto. E' un cosa irritante ed è sbagliata da un punto di vista di marketing. Si chiede il voto ma non si sa ancora chi è il candidato sindaco di riferimento, il programma, la coalizione. Sappiamo chi sono i candidati sindaci dalle notizie di giornali: Gerosolimo, Di Piero e Masci. Stimati cittadini, ma a due mesi dalle elezioni, nessuno parla, nessuno dice cosa si vuole fare a Sulmona. Si parla molto di transizione ecologica che non è solo una formuletta per avere i soldi dalla UE ma è anche il fine che ognuno di noi deve avere per rendere il mondo un posto migliore. Qualcuno farà un qualcosa per rendere la nostra città ecologica, smart, digitale, meno inquinata? E' vero che bisogna sempre avere i fari puntati sul tribunale per esempio ( due dei candidati sono avvocati) o sull'Ospedale, ma i nuovi candidati faranno qualcosa per rendere la città buona per trattenere, per chi vuole, i giovani e non rendere Sulmona un deserto? Insomma le cose da fare ci sono, bisogna sapere non solo cosa vogliono fare ma anche il come. Forse sono tutti in vacanza perché non mi risulta nessun tipo di iniziativa in città per coinvolgere la popolazione. Forse si pensa che il voto sia dovuto, che non va conquistato. Non è così e si spera che dopo Ferragosto le proposte politiche siano pubbliche perché il Paese tutto ha bisogno di politica e per adesso solo il premier Draghi, l'ultimo arrivato, sta dimostrando come si fa.

217 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page