top of page
  • Immagine del redattoreSilvio Mancinelli

Elephants in the room - One step forward, two steps back


E' importante capire da dove si viene e cosa si fa. Alle volte la provenienza potrebbe essere un danno. Pensate a “One step forward, two steps back” degli Elephants in the room il loro primo disco e da poco pubblicato. Loro hanno partecipato all'ultimo X Factor. Per molti questa roba potrebbe influenzare il giudizio sul disco, per me. Al netto della cover che hanno portato al talent, per la cronaca è “Superstition”, l'album della band romana suona un buon rock con delle ottime ispirazioni che vanno dal funk al rock tradizionale, senza sciommiottare nessuno. Otto canzoni velocissime considerando i 25 minuti con arrangiamenti abbastanza originali, basta ascoltare “Baby”o il singolo “I love it”. Non sono i nuovi Maneskin ma gli Elephants in the room hanno una loro dignitiìtà.


La tracklist

  1. Chaos

  2. Should be running

  3. Superstition

  4. Baby

  5. J'll be waiting

  6. J love it

  7. Something about you

  8. Waste of time



3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page