top of page
  • Immagine del redattoreSilvio Mancinelli

Il peggior nemico di Sulmona sono i Sulmontini


Vorrei iniziare questo post parlando della Sicilia. Oltre l'arte e la cultura, quella regione è famosa anche per i tanti forestali assunti. Molti di più rispetto a quelli presenti in altre zone di Italia. Il perchè di quelle assunzioni? Da una parte c'è il clientelismo, molto forte in quelle zone, dall'altra, la presenza dello Stato e della Regione con le loro assunzioni, che è l'unico modo di far lavorare la gente, e magari distogliere le persone dalla cattiva strada. In Abruzzo sono da poco passate le elezioni regionali. Ricordo una foto: la Meloni presso il punto nascite insieme al consigliere Tirabassi promettere il rilancio del punto nascita e la riforma del decreto Lorenzin. Ricordo anche che la candidatura della Scoccia ci è stata presentata come l'unica possibile per difendere il nostro territorio. Lei i suoi figli già li ha fatti. La Meloni a Roma ha servizi molto più importanti da utilizzare in quel settore. E poi rimaniamo noi e il dottor Di Luigi che tra poco dovrà lavorare a Vasto. “Il peggior nemico di Sulmona sono i Sulmontini”. Questa sua frase sintetizza bene quello che ho sempre detto anche io. Le manifestazioni sul punto nascite sono ipocrite, perchè poi molti residenti in Valle e non solo preferiscono altre zone per la nascita. Non serve aggredire D'Alfonso a Sulmona durante una manifestazione su Ovidio, non serve votare la Scoccia e Marsilio, sul punto, non dice e non dirà nulla, serve solamente nascere con il codice fiscale I804. Ora ci sarebbe da congratularsi con Gianluca, perchè è stabilizzato, ma in realtà questa stabilità è anche una presa in giro. Non c'è solo un Di Luigi dottore ma che un Di Luigi uomo che a Sulmona ha creato praticamente una famiglia, in tutti i sensi. Ho avuto la fortuna di averlo come invitato al mio matrimonio. E così tutti i consiglieri, gli amici di politici che in queste settimane hanno cercato di trovare uno spiraglio hanno fallito. E falliranno sempre perchè non contano nulla e non possono vantare nessun tipo di potere o legami. Non è più il tempo di Susi o Zio Remo. Ipocriti sono i nostri rappresentanti locali e i loro elettori. Una cosa mi rincuora: per eliminare il punto nascite dovranno costruire una rete di collegamento con altre zone, e questo sappiamo, non avverrà mai. Perchè ho cominciato con la Sicilia? Perchè l'attuale assessore regionale al ramo e il Governatore potevano assumersi questa responsabilità di creare un posto stabile a Sulmona. Avrebbero creato lavoro in zona depressa sostenendo poi un settore, come quello delle nascite, importante. Spero che i Sulmonesi si faranno un esame di coscienza, ma so che non sarà così, perchè gli interessi personali prevalgono sempre su quelli della collettività.

19 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page