top of page
  • Immagine del redattoreSilvio Mancinelli

Le nuove professioni, anche a Sulmona


Il reddito di cittadinanza è l'elemento forte del programma 5S. I voti dei 5S sono arrivati soprattutto dal sud. Quando ero piccolo, il mio Abruzzo era considerato più del nord. Aveva oltre la F.I.A.T. tante altre aziende che producevano in una delle regioni più verdi di Italia. Ora il lavoro non c'è e il mio Abruzzo è diventato una regione del sud. Povera e richiedente lavoro. La diminuzione del benessere, non devo spiegarlo io, comporta maggior delinquenza, usura, emigrazione verso il nord, spopolamento, maggiori crediti deteriorati bancari, minori servizi per gli utenti rimasti. A tutto ciò non c'è un rimedio localistico che possa aiutare la situazione con buona pace per chi pensa che basti aprire una strada e far passare le auto. C'è poi chi in tutto questo riesce a provare qualcosa di diverso. C'è chi come il mio amico Antonio, per esempio, fa il lobbista. Ovviamente non è un lavoro che ha inventato lui, ma credo che sia il primo nella mia città, a capire che c'era spazio per promuovere gli interessi di enti e aziende. Il tutto in maniera trasparente e non come dicono i grillini nei loro siti. C'è chi invece pensa che i profughi siano, non solo un problema, ma anche una risorsa. Alcuni di queste persone sfortunate lavorano, e poi ci sono dei sulmonesi, che ci hanno visto lungo, e si stanno specializzando nell'ambito della accoglienza e di tutto ciò che ne fa da contorno. Dall'essere solo volontariato, sacrificando il proprio tempo libero, piano piano diventerà un lavoro, e secondo me, anche ben pagato, se si aumentano le esperienze e la formazione. Sono solo due esempi, ma credo che, se andassi a scavare, ci sarebbero altre situazioni simili, che aprono le porte a nuovi lavori, o a lavori che a Sulmona, non si sono mai visti ed invece sono “normali” in altri posti. La disaffezione verso i partiti tradizionali forse sta anche qui. Oltre che non essere più un presidio del territorio, i partiti non hanno capito che il lavoro, non è che è sparito, ma forse è cambiato e non ha messo in campo strumenti e regole nuove per affrontarlo. Sono lavori che, indifferentemente, possono essere prodotti dal pubblico come dal privato. Il risultato di tutto questo, è che al sud, le persone si rivolgono a quelli che offrono loro un sostentamento in denaro, anche se questo presuppone una serie di requisiti minimi. Aiutiamo a far crescere queste nuove “manovalanze”. Giusto per dare qualche altra idea, basta vedere alcuni siti, per esempio i servizi sono già il presente, poi ci sono le nuove professioni digitali, la consulenza non passa mai di moda e come ho già detto prima ci sono le nuove professioni emergenti che puntano al sociale.

6 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page