top of page
  • Immagine del redattoreSilvio Mancinelli

Kron, il cantautore elettropop


Si presenta con il suo primo Ep “Sfere” e un video, “Ateo innamorato”, Marco Kron, cantante e matematico milanese. È un ep che si pone all'interno di un genere ben preciso, quell'elettropop che in Italia va spopolando e che ha radici ben lontane con Battiato e i Righeira tra gli esempi. Autobiografia e ‘massimi sistemi’: l’alienazione dei rapporti umani all’epoca dei social network, l’amicizia e la spiritualità, storie di quotidiana marginalità, questi sono temi presi in considerazione da Kron, con misto tra impronta cantautorale e elettronica. Sfere” è un lavoro abbastaza buono, orecchiabile, forse fin troppo per i miei gusti, che però non eccita, musicalmente, più di tanto. È composto da canzoni che, sicuramente, da un punto radiofonico, hanno una grande valenza perchè non sono tanto diverse da quelle proposte da artisti affermati come Gabbani, Michielin, ma non attizzano. E questo è il problema del primo lavoro in proprio: metterci dentro tutto, trasformandosi nella mostra di quello che uno sa fare. È chiaro che si tratto solo di poche canzoni, per cui non è facile tracciare l'identikit di un autore alla prima prova. Attendiamo quindi Kros in un suo lavoro sulla lunga distanza per poter scriverci di nuovo su.

La tracklist di Sfere

  1. Sfere

  2. Ateo Innamorato

  3. Flashmob

  4. Senza nome

  5. La dirimpettaia

  6. Agrodolce


5 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page