top of page
  • Immagine del redattoreSilvio Mancinelli

Il peggio non è passato



L'anno scorso dicevo ai miei colleghi che prima o poi a casa per la propria positività o per la quarantena preventiva ci saremmo stati tutti. Rispetto ai primi tempi ora abbiamo dei vaccini che ci fanno stare più tranquilli. Bene ovviamente no, ma almeno è lontano il pensiero del ricovero e di essere intubato. Almeno questo ho visto a Sulmona nella mia cerchia. La cosa però che lascia perplessi è che forse qualche positivo in meno si poteva avere se si fossero prese queste vacanze di Natale in maniera più seria. Probabilmente se mia mamma fosse stata ancora viva io avrei festeggiato insieme a degli amici, sarei uscito la sera. La mancanza di stimoli mi ha portato a stare a casa o nella classica bolla familiare che forse ci sta, per il momento e con i dovuti scongiuri, proteggendo. Il momento continua ad essere serio e difficile, bisogna tener duro.




9 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Kommentare


bottom of page